Beyond the line of meaning

Images and words as captions of the reality

Beyond the line of meaning, Images and words as captions of the reality

13 giugno 2020
L'immagine è percorsa da linee invisibili di significati.
Una ragnatela imperlata di voci, cose, odori, stagioni. Una trama di rimandi tra ciò che sta nella foto e ciò che nella foto manca; fili trasparenti tra l'occhio che fruga la foto e lo spazio dei ricordi.
"Beyond the line of meaning" è un'esplorazione della potenzialità narrativa della fotografia. Una riflessione sulla possibilità dell'immagine di agire su più livelli di significato: ciò che lo spettatore osserva e le storie che risuonano dentro di lui.
Questo mio progetto fotografico nasce come sempre dalla mia "SINERGIA" con chi che vedo davanti a i miei occhi e dietro l'obiettivo della macchina fotografica, per dare un'estensione visiva alla vita quotidiana, alla realtà di ciò che osservo, che mi attrae, mi colpisce ma soprattutto che mi emoziona, cercando sempre di stabilire con quello che mi circonda una relazione unica, un segreto intimo da poter condividere nella sua totalità espressiva e in tutto ciò sicuramente le persone sono i soggetti che più mi affascinano, ispirano, nelle quali cerco quel qualcosa "oltre la linea" che mi porta ad esplorare anche le mie linee invisibili, della mente, corpo e anima sempre in evoluzione, sempre alla ricerca di risposte alle mie tante domande della vita!
(Simona Lattuga)
Galleria Arte Spazio Tempo
Campo de Ghetto Nuovo 2877
Venezia
Curatore: Fabio Cavessago
Link utili: